Envoyer un message

Melinda Miceli

Critico d'arte, scrittrice

Melinda Miceli

Critico d'arte, scrittrice

Message

Coordonnées

+39288715826

Via Adda 58, Siracusa

Autres pages

Nos partenaires

Partager Melinda Miceli sur :

Twitter

Galerie de Melinda Miceli

Scrittrice dannunziana indottrinata

Biographie de Melinda Miceli

Melinda Miceli nasce ad Augusta il 07.01.1974 e oggi vive a Siracusa.
Dopo aver compiuto gli studi classici ed universitari inizia a viaggiare e a conoscere terre lontane, come l’Africa e l’Irlanda, luoghi che s’imprimeranno su tela in opere paesaggistiche. La sua poliedrica ispirazione, non trovando completezza nell’espressione pittorica, si tramuta poi in versi antropologici e d'amore; pubblica nel 2001 la prima raccolta di poesie intitolata “Vita di passioni” nella quale vuole suggerire con raffinato simbolismo gli aspetti della decadente moralità sociale facendo intravvedere la sofferenza dell’intellettuale che si rifugia negli eleganti piaceri dei viaggi e dei bei versi. La seconda opera “Il lago di Lentini” fa parte del filone “letteratura naturalistica", saggio storico- artistico e idrografico ricco di suggestivi cenni letterari e poetici di cui lo stile di Melinda Miceli è denso. L'opera vince nel 2009 il premio geografico Giovanna Cultrera. Seguiranno altri raffinati e rinomati saggi da intenditore come “Le gole dell’Alcantara, l’Anapo ed il Ciane, Cavagrande del Cassibile”, “Siracusa e le meraviglie dell’Unesco” adottato dall'università, “Attraversando Noto barocca e l’Eloro”, “Siracusa Noto Pantalica Akray” bilingue, per i quali approfondimenti medievali la scrittrice ottiene riconoscimenti a livello internazionale come diversi premi letterari e 2 lauree honoris causa conferite dalla prestigiosa Università di Cantherbury che la segnalano nel panorama editoriale come la maggiore autrice accreditata e blasonata nel campo della saggistica del territorio. Tra i libri didattici "Attraversando la nostra storia" vincitore del bando europeo CEE editoria educativa per bambini e “Tesori di Siracusa” adottato dalle scuole elementari e medie del Comune Capoluogo nel 2009. Le sue guide sono viaggi altamente culturali, considerate dalla critica le più approfondite mai pubblicate su Siracusa e la Sicilia Orientale. I suoi saggi da intenditore esprimono grande padronanza in materia di storia, arte, archeologia, letteratura, geografia, geologia, idrografia e sono corredati da irripetibili foto d’arte a colori, altresì foto aeree e mappe storiche.

L'infaticabile Dott.ssa Melinda Miceli come giornalista e Critico d'arte, ma anche letterario, ha scritto ben 3000 articoli e reportage sulla storia e l'arte del territorio spesso arricchiti da riferimenti simbolici ed esoterici per testate come Notabilis, La Domenica, Il Cammino, Informa Sicilia, Libertà, Globus. L’intento dell’autrice è quello di divulgare e tramandare alle nuove generazioni il patrimonio artistico della nostra terra, per tale motivo lo spazio turistico appare sempre più come un luogo che dev’essere raccontato e la città e il suo territorio si caricano di valori e simboli via via che vengono attraversati. La decisione dell’ordine in cui vengono proposti, rivela, un sistema ideologico sotteso e un’impostazione descrittiva profonda, che emerge con un linguaggio “scenografico” e suggestivo definito di standhaliana eleganza in grado di svelare anche simbolismo ed esoterismo di ogni città con dettagli preziosi e inediti.

Itinerari siciliani Tesori di Siracusa Siracusa e le meraviglie dell'Unesco Le gole dell'Alcantara

L’opera, “Siracusa provincia d’Europa” 2015 Monieri Editore, si muove fra due istanze quella della valorizzazione dello spazio e quella della costruzione di un'identità europea di Siracusa. Attraverso la pubblicazione, Siracusa sboccia su strumenti culturali completi e aggiornati, ricchi di scoperte e ricostruzioni storiche; un omaggio significativo al nostro territorio, la cui bellezza, l’autrice in questi anni ha inteso sottolineare, esaltare in opere bilingue di diffusione internazionale tra le più belle del mondo reperibili ovunque tramite ISBN.
Melinda Miceli pluripremiata
Dal 2015 al 2019 Melinda Miceli è definita la scrittrice da premio:

2015 Premio Donna Siciliana per la scrittura e l'arte;
2016 Premio Donna speciale per la letteratura grazie al romanzo colto ed esoterico Primadonna in Sicilia, Morrone Editore - Premio speciale letteratura città di Acireal - Premio Venere del Mediterraneo per la letteratura;
2017 Premio Donna Siciliana dell'anno come Critico letterario ed Artistico - Premio Cultura Sicilia - Premio Arte Pentafoglio - Premio letteratura Aretusa - Premio Valle dello Jato - Premio Charme of art come Critico d'arte anche esoterico - Ippogrifo d'oro per le letteratura;

2018 Attestato di merito istituzionale alla Carriera artistica Ars Magistris, Sigfrido d’oro alla carriera come direttore artistico di Ars Magistris;
2019 Premio diva dell'anno per la letteratura - Premio Federico 2 come critico d’arte siciliano nel mondo.
Premio Donna 2016 e 2017La Dott.ssa Melinda Miceli ha anche iniziato a scrivere soggetti per il cinema e dal 2019 è direttore artistico di Ok Arte Milano, Critico e storico per il magazine Ars Magistris, Luz Cultural, Globus e Enciclopedia d’arte italiana, altresì direttor

Evénements de Melinda Miceli

Omaggio a Caravaggio Exposition
Du 07 Mars 2020 au 07 Mai 2020 à Catania
Entrée: 5000 € EU

Muse in art tributo al Caravaggio è una mostra d'arte contemporanea internazionale con la presenza di un'opera caravaggesca e di vari storicizzati e artisti selezionatissimi. Giorno 7 marzo 2020 al Contea Caravaggio Museum, ore 18.00 sarà inaugurata la Mostra " Muse in Art " Tribute to the Master Michelangelo Merisi From Caravaggio con il Patrocinio della Città Metropolitana di Catania. Organizzazione Museo Contea del Caravaggio, critico d'arte Melinda Miceli.

Certamen internazionale Exposition
Du 19 Avril 2020 au 24 Avril 2020 à Siracusa
Entrée: Gratuit

Vista la regressione culturale nel campo umanistico, artistico ed evolutivo dell'Uomo, il Certamen sulle cattedrali dell'Occidente scende in campo per la difesa degli Antichi valori e canoni che contraddistinguono da sempre l'Arte e i Suoi protagonisti.

Il Circolo degli Artisti del Certamen apre le Sue porte a tutti gli uomini e donne d'arte, Artisti, Mecenati, politici, letterati che intendano l'arte in maniera professionale e nel recupero delle tradizioni classiche e della valorizzazione dei territori.

Pertanto e' aperta fino al 20 aprile una selezione internazionale di artisti da inserire nell'organico del Nostro Circolo e nella Nostra programmazione di crescita con strategie di marketing, committenze e premi che saranno assegnate agli artisti qualificatisi cui si aprira' un grande scenario per il proprio curriculum a livello internazionale.

Se ti senti aderente alla nostra descrizione e filosofia nel modus di fare arte invia il Tuo curriculum alla nostra attenzione.
E' il momento decisivo della tua svolta.

Il Circolo Artisti del Certamen sulle Cattedrali dell'Occidente, rifacendosi all'antica corte dell'Imperatore di Svevia e'sincretistico di tutte le arti e religioni e tutela il sapere umanistico e artistico delle migliori menti del nostro tempo.

La storica cornice del Certamen internazionale sulle grandi cattedrali d'Europa indetto da Ok Arte Milano con la collaborazione di Luz Cultural Spagna, Globus Television e magazine, Enciclopedia d'arte italiana, inserito all'interno della rassegna culturale internazionale Sarno citta'Festival Premio Ippogrifo d'oro, Oscar delle arti Ospiterà la mostra a d’arte contemporanea Urbis et civitas sugli stili e sui profili dell’Arte figurativa e astratta di Artisti selezionati dal comitato scientifico del Certamen.
Nella prestigiosa Casa Museo Elio Vittorini e Biblioteca civica di Siracusa. Ortigia Via Roma fronte Cattedrale e a fianco Palazzo Vermexio.
Evento nell’evento, ospiterà anche un’opera del grande artista storicizzato Antonio Manzi, assicurerà agli artisti grande visibilità e un’ottima attenzione e cura di ogni opera che si sceglierà di presentare: il vernissage, l’allestimento, la comunicazione in quasi tutte le riviste on-line del settore.
Per info Inviare curriculum e opere alla mail infomelindamiceli@gmail.com

Dott.ssa Melinda Miceli, Presidente Certamen sulle grandi Cattedrali dell'Occidente
Direttore artistico Ok arte, Ars Magistris explorer of art, Oscar delle arti, Luz Cultural
Critico d’arte Enciclopedia d’arte italiana,Ok arte, Ars Magistris explorer of art, Luz Cultural Magazine

Frijda Mentre muori di piacere Concert
Du 08 Mars 2020 au 08 Mars 2020 à Catania
Entrée: Gratuit

I Frijda, la rock band del cantante Giancarlo Sciacca, in arte Thor, personaggio carismatico e irrequieto, con l’etichetta OnTheSet di Luca Venturi, del famoso produttore discografico, ha pubblicato a settembre 2018 il primo singolo “Mentre muori di piacere”, che anticipa l’uscita dell’album “Scacco Matto” di cui è prevista l’uscita nella primavera 2020, attesissima dopo il primo per il successo di pubblico e di critica ricevuto. Tutti i brani dei Frijda sono presenti nei migliori digital-stores (iTunes, Google Play, Spotify, etc…) ed i video ufficiali sono pubblicati sulla piattaforma di Youtube e sono seguitissimi sui social per la fascinazione vocale ed estetica del tenebroso cantante Thor.
Il gruppo musicale nato a Catania nel 2003 dall’idea di Thor voce, è composto da Gaetano Giuttari alle chitarre, Adrian Rus alle tastiere, Domenico Cottone al basso ed Emanuele Leocata alla batteria. Vantano un curriculum notevolissimo; nel 2005 la band ha vinto le selezioni di “Sanremo Rock”. Nel 2006 il Calcio Catania finanzia l’incisione dell’inno ufficiale “Let’s go Liotro” nella stagione della promozione in serie A che avvenne nel 2006. Nello stesso anno apriranno il concerto ad artisti del calibro di Franco Battiato e di Mario Venuti. Nel 2007 contattati dall’ On. Vittorio Sgarbi per aprire il concerto del grandissimo Lucio Dalla, riceveranno un riconoscimento Artistico dalla Provincia di Catania e dal comune di Catenenuova (EN). Nel 2009 aprono il concerto degli “Archinuè” e l’anno successivo saranno finalisti al Premio “Lucio Battisti” di Isernia aprendo il concerto dell’artista Alex Britti. Nel 2010 pubblicano il brano “Chi mi aiuterà”, cover rivisitata della band anni ’60 “I Ribelli”, ottenendo grande attenzione e stima per la capacità di rivoluzionare un brano storico senza dissiparne il fascino.
Il nome “Frijda” è un omaggio al pensiero artistico della pittrice messicana Frida Kahlo, dalla quale Giancarlo rimase molto colpito durante gli studi universitari. In Frijda egli vide un esempio di forza di vivere sovrumana evidente nelle sue opere che “non dipingono sogni, ma realtà”; e della sua celebre frase, “Pies para qué los quiero, si tengoalas pà volar?”(Piedi, perché li desidero se ho le ali per volare?), ne fece il motto della propria Band.
Il genere dei Frijda è il “Rock”, un rock che ha le sue fonti di ispirazione nelle band storiche statunitensi e britanniche adattato all’evolversi del tempo e alle concezioni musicali dei nostri giorni e del nostro paese. Dietro il carisma del proprio leader nel 2003 la band ha l’onore di aprire il concerto de Le Vibrazioni durante una tappa del TIM Tour
Di seguito l’intervista a Thor dei Frida ovvero Giancarlo Sciacca.
Quale ritenete sia la caratteristica principale del vostro sound?
“La nostra musica è basata sulle chitarre. In generale, evitiamo il virtuosismo fine a se stesso. Cerchiamo di entrare nel brano, di capire quello che dice e di fare uscire un prodotto omogeneo. Ogni canzone ha un suo tema ed un suo stato d’animo che deve essere rispecchiato dai singoli elementi della band”.
“A quale gruppo vi ispirate?”
“Noi speriamo di non assomigliare a nessuno anche se è normale che, in ogni cosa che fai, qualcuno ci vede riferimenti ad altri artisti. Cerchiamo di essere noi stessi, tenendo presente che ci sarà sempre qualcuno pronto a immedesimarsi o a criticarci, ma, in fondo, fa parte del gioco e a noi le critiche stanno bene quelle degli specialisti soprattutto ”.
“Mentre muori di piacere” è la canzone dell’anno rimasta nella memoria di tutti per la sua sensualità ma anche per la tua voce?
“È una canzone sensuale ma nasconde anche una mia riflessione sulla vera natura dell’uomo. Spesso il nostro istinto è soffocato dalle regole e ci adattiamo al mondo che ci circonda usando maschere. L’unico momento in cui l’essere umano riesce ad essere se stesso è quando si abbandona agli istinti primordiali. Quindi “Mentre muori di piacere” si potrebbe considerare un inno di esaltazione dell’istinto con un suadente video.cNon a caso è rimasto impresso.
Un artista ha due grandissime responsabilità quando sale su un palco. Avendo un grande potere sulle persone, soprattutto su quelle che hanno una personalità meno forte…ho visto gente imitarmi e ho detto tutto! Deve sempre cercare di essere originale ma soprattutto di trasmettere messaggi positivi e le nostre canzoni piacciono anche per i testi colti veicolati bene dalla musica e dalle immagini”.

Bellezza divina exposition Exposition
Du 19 Avril 2020 au 24 Avril 2020 à Siracusa Biblioteca Museo Elio Vittorini Ortigia Palazzo del Governo
Entrée: 200 € EU

MOSTRA D’ARTE internazionale “BELLEZZA DIVINA- SEZIONE AUREA
Donazioni artistiche alla Biblioteca Museo Elio Vittorini in gemellaggio con Oscar delle arti di Sarno. Mostra convegno sul libro virtuale “E venne il tempo delle cattedrali” a cura di Melinda Miceli. Sarà presente l’autore Nuzzo Monello con “Rinascenza” ispirato ai fatti di Notre Dame de Paris.
BIBLIOTECA MUSEO ELIO VITTORINI Ortigia-Siracusa
SE VUOI VALORIZZARE LA TUA OPERA D’ARTE SACRA E O SIMBOLICA INSCRIVILA NELLA COLLEZIONE DELLE CATTEDRALI BY CERTAMEN LETTERARIO E ARTSISTICO INTERNAZIONALE. INVIA CURRICULUM E OPERA a certamencattedrali@gmail.com
Durante l’iscrizione ti sarà inviato il regolamento da accettare in caso di ammissione dell’esame del Comitato Scientifico.
Comitato scientifico composto da: l’ambasciatore Ray Bondin, il regista Stefano Reali, il critico Alberto Moioli direttore dell’Enciclopedia d’arte italiana, il Gran Maestro dei Templari Federiciani Corrado Armeri, il fisico nucleare Jacek Ciborowsky con presidente il Critico d’arte Melinda Miceli
Artisti Vip: Antonio Manzi, Sensi Lorente, Emiliano Alfonsi, Delta Na, Anna Maria Guarnieri che si ringrazia per il logo della locandina tratto dall’opera “La totalità del tutto”. Saranno presenti gli Artisti segnalati dal Certamen:, Sandro Masala, Sebastiano Cosimo Auteri, Pasquale Viscuso, Vincenzo Presenti, Laura Calafiore, Armando Nigro che si ringrazia per l’opera di sfondo ”Scroscio del barocco”.
Le opere selezionate saranno recensite e pubblicate su Gigarte e Artmajeur, dietro selezione e altri termini anche su www.okarte.it, Informazione.it, Luz Cultural, Globus, Pittart. Comunicati su Exibart e tutti i social e portali d’arte.
Dott.ssa Melinda Miceli presidente Certamen internazionale sulle grandi Cattedrali
Direttore artistico Ok arte, Ars Magistris explorer of art, Oscar delle arti, Luz Cultural
Critico d’arte Enciclopedia d’arte italiana,Ok arte, Ars Magistris explorer of art, Luz Cultural Magazine, Globus, Pittart

ABSTRACT DI PASQUALE VISCUSO Exposition
Du 14 Février 2020 au 15 Février 2020 à Teatro Ambasciatori CATANIA
Entrée: 3000 € EU

Il Teatro Ambasciatori di Catania dal 15 al 16 febbraio ospiterà la Mostra Personale del Maestro Pasquale Viscuso a cura del Critico d’arte Melinda Miceli presidente del Certamen internazionale sulle cattedrali e direttore artistico onorifico di Ars Magistris, Luz Cultural e Oscar delle arti. In Abstract exibition by Pasquale Viscuso saranno visibili le più belle opere del maestro Siciliano dell’astrattismo. La mostra è un grande evento per tutti gli spettatori e visitatori della Rassegna Teatrale di Prosa, per i collezionisti ed ammiratori di uno dei più grandi maestri dell’astrattismo contemporaneo.
“Pasquale Viscuso nasce a Catania nel 1951, vive e opera a San Giovanni la Punta (CT). Ha conseguito il diploma di maestro d’arte (1968) all’Istituto d’arte di Catania e dopo gli esordi figurativi, sposta la sua ispirazione sull’astratto. L’abilità e la notorietà indiscussa del maestro Viscuso è testimoniata da tutti gli autorevoli cataloghi contengono il suo nome a partire dall’Enciclopedia d’arte italiana. Nella sua arte contempla due anime complementari ma separabili, astratto e figurativo, elaborate da un processo di improvvisazione psichica sul campo fisico e spirituale; una tecnica volta a ricercare l’invisibile con le regole del buon disegno destrutturato come in un’esplosione nella quale si palesano segmenti e prospettive, al confine con l’informale e il tachisme.
Viscuso estrae dalla sua intuizione un proprio alfabeto primitivo, che proviene da un’indecifrabile linguaggio arcaico, mosso da un segno efficace che pulsa di un ritmo ancestrale avente il ruolo funzionale di renderlo fortemente contemporaneo. Nello svuotarsi del suo calligramma l’artista mette in scena l’accettazione volontaria e sapiente del caso all’interno di una sperimentazione visibile nelle cromie delle superfici, nelle vivaci tinte pastello, mai troppo sature che mostrano audaci segni intenti ad indagare il profilo ineffabile dello spazio e del tempo.
Archetipi di principi immateriali e soffio vitale sono genialmente partecipi di un divenire figurativo in attesa di una definizione iconografica che fugge in esiti estremamente trionfanti. Le variazioni sul tema si aprono a suggestioni filosofiche orientali, dove il gesto meditato e controllato come nelle calligrafie giapponesi, fa emergere l’incontenibile ritmo di segni brevilinei che occupano tutta la tela alludendo al movimento della folla o della natura, quasi osservate al microscopio. La suggestione prende forma sulla tela e dà vita ad un’alchimia di sfumature e gradazioni di colore, una cifra vivente, con una “grammatica” e una percezione dettagliata che conserva la sua doppia natura di indagine naturalistica e allusione simbolica e mette in fuga le conoscenze formali a favore di una danza emotiva e spirituale. Nella sua “pittura lirica” la funzione simbolica ed espressiva del colore evidenzia il suo mondo emotivo ed un atteggiamento poetico che trapela dai soggetti sulla tela, ispirato dalla relazione tra l’uomo e le forme. Il quadro si fa sinfonia musicale che racchiude il volto di esteriore delle espressioni interiori. Ad uno sfondo bianco di “silenzio primordiale” che via via sfuma in tonalità chiare tendenti all’azzurro, interagiscono diverse, linee e strutture che sembrano dar vita ad uno sciame cosmico luminoso con uno sviluppo obliquo. Il carattere simbolico del segno “cerchio” trasmette il dinamismo, estrapolando un’illusione in cui il legame cosmico variabile contiene infinite risorse inconsce. Ed è in questo passaggio che la pittura astratta di Pasquale Viscuso varca il confine del tempo e disegna la nuova trama del secolo avvolta un silenzio eterno che nel suo divenire risuona interiormente nel mistero del colore”.

Commentaires